Ecco 5 consigli di digital marketing sotto l’ombrellone che renderanno le vostre vacanze ancor più piacevoli e vi daranno modo di unire l’utile al dilettevole. A causa della crescente dipendenza da smartphone e soprattutto dell’esigenza di sentirci sempre connessi, infatti, si sono rivoluzionate le abitudini e i comportamenti di molti. Per questo motivo marketer e strategist hanno rivalutato attentamente il periodo estivo perché esso è divenuto, senza ombra di dubbio, uno dei più efficaci per mettere in campo strategie di brand awareness e strategie per migliorare la fedeltà dei propri clienti stringendo ancor di più il rapporto creato in precedenza.

Ebbene sì, recenti studi hanno evidenziato come le persone non stacchino completamente il cervello e non si dedichino al 100% solo alla vacanza per tutta la sua durata. Grazie ai cellulari, sempre presenti nelle mani di tutti, il 68% delle persone controlla la posta, sia personale sia dell’ufficio, posta sui social e si tiene aggiornata.

Non si possono tirare i remi in barca e meditare solamente su quanto verrà fatto nel prossimo autunno. L’estate è diventata un momento prolifico per porre buone basi, ma anche per consolidare il lavoro svolto precedentemente e continuare a: far circolare il nome del proprio brand, migliorare la propria reputazione online, conoscere nuovi possibili clienti e stringere i rapporti con quelli vecchi. Come si può fare tutto ciò?

5 consigli utili per gli amanti del digital marketing estivo

Quali strategie di digital marketing si possono implementare durante l’estate, mentre tutti sono in vacanza? Cosa fanno le persone sotto l’ombrellone e come possiamo non infastidirle?

Ecco cinque utili consigli di cui non potrete fare a meno sotto l’ombrellone. Attraverso di essi, infatti, si possono scoprire su quali strategie di digital marketing occorre puntare durante le ferie.

  1. Mobile first. Le strategie di digital marketing estive devono puntare soprattutto sul mobile. La maggior parte delle comunicazioni, in vacanza, avviene proprio attraverso lo smartphone. Recenti studi hanno poi messo in risalto come ogni scambio di messaggi sia abbastanza veloce e immediato. Per questo motivo occorre essere ancor più creativi e concisi.
  2. Email Marketing. I vacanzieri leggono le mail anche sotto l’ombrellone. Benissimo! Si può dunque sfruttare quanto fatto in precedenza e continuare ad usare l’email marketing per coinvolgere sempre più il proprio target. Unico accorgimento? Pur continuando a prestare grossa attenzione alla profilazione e personalizzazione, è bene cercare di asciugare i concetti espressi ed usare qualche emoji in più in modo da essere più freschi e accattivanti.
    Esperti del settore consigliano, inoltre, di utilizzare, per il corpo della newsletter, un design colorato e accattivante.
  3. Largo ai social. Attraverso i propri canali social si può evitare che i propri clienti si sentano abbandonati o messi in secondo piano a causa delle ferie. Tenendo attivi gli account, non solo con gli auguri di “Buone Ferie”, si può cercare di dialogare con loro, intercettare i loro desideri e comprendere anche come impostare le future strategie. Come? Attraverso semplici sondaggi lanciati su Instagram o Facebook ai quali, molti, hanno detto di rispondere volentieri mentre prendono il sole in spiaggia.
  4. Occhi puntati sulla fidelizzazione dei clienti grazie a strategie di inbound marketing.
  5. Saldi ed eventi ad hoc. L’estate coincide anche con i saldi. Perché, dunque, non puntare le proprie strategie anche su questo. Si possono lanciare sconti per i propri clienti, ma anche sconti accattivanti per chi di loro porterà un nuovo amico. Oltre a questo si possono organizzare online e offline momenti di incontro che serviranno per stringere i rapporti e conoscersi meglio. Grazie alle vacanze e alla bella stagione la gente è più disposta a spostarsi, ma anche a fare nuove amicizie e a provare esperienze diverse. Quale potrebbe essere dunque il momento migliore per presentarsi attraverso un ritrovo ad hoc in un posto di vacanza o organizzare un evento serale in grado di attirare tanta gente?

Chi fa marketing non va mai in vacanza?

Dunque in estate chi fa marketing non può andare in vacanza? Certo che no. Le ferie estive sono un modo per tutti per ricaricare le energie, compiere nuove esperienze che potranno forse tramutarsi in qualcosa di positivo per il lavoro futuro, ma anche per studiare e aggiornarsi.

Chi fa marketing in estate trova il tempo di leggere tutti i libri usciti in materia e rimettersi in pari con le cose lasciate sul comodino durante le lunghe giornate di lavoro.

Tener attive le strategie di digital marketing anche durante le ferie è comunque possibile grazie ad una buona pianificazione e alle moderne tecnologie. Ci sono strumenti ad hoc che permettono di pianificare ogni cosa e lavorano al posto nostro anche quando siamo distanti dalla scrivania.

Pubblicato il: Agosto 5th, 2021 / Categorie: News Marketing /