Come funziona Google Shopping?

Google Shopping è lo strumento digitale di Google che nasce per permettere agli utenti di comparare i prezzi dei prodotti in vendita nei siti ecommerce, senza uscire dal motore di ricerca.

Nato nel 2002 come Froogle e poi diventato Google Product Search, oggi Google Shopping sta conoscendo ampio successo, sia presso gli acquirenti (per i quali è gratuito) sia presso i venditori.

Quindi: perché conviene usare Google Shopping per vendere online?

Lo vediamo in questo articolo!

Come funziona Google Shopping?

Vediamo come funziona Google Shopping. Il primo step per usufruire dei vantaggi della piattaforma è creare un account in Google Merchant Center, una piattaforma che ha la funzione di caricare i dati dei prodotti che servono poi a generare gli annunci sponsorizzati.

Successivamente, dobbiamo creare il feed dei prodotti in vendita nel nostro ecommerce: questa procedura viene facilmente eseguita tramite un plug-in installato nell’ecommerce. Tale feed servirà poi a Google ad assegnare ogni prodotto alle parole chiave che gli utenti solitamente usano per cercarlo nel motore di ricerca.

È importante capire che Google Shopping non funziona con un sistema basato in toto sulle parole chiave. l’elemento di base sono i prodotti del feed: è Google a scegliere quale prodotto del nostro catalogo online è più adatto a rispondere alle richieste dell’utente.

A partire da questa “assegnazione” vengono creati gli annunci con i prodotti.

Quindi, cosa cambia rispetto agli annunci di Google “tradizionali”?

 

Differenze tra Google Shopping e con Google Ads

Quali sono le principali differenze tra Google Shopping e Google Ads?

Con Google Ads, gli annunci sono testuali e permettono una maggiore creatività nella scrittura di contenuti accattivanti. L’attivazione di questi annunci dipende dalle ricerche su Google, che assegnerà la ricerca con una parola chiave appositamente scelta. Sono annunci privi di immagini (almeno per il momento), ma permettono di aggiungere estensioni pubblicitarie.

Le inserzioni di Google Shopping sono invece progettate specificamente per gli ecommerce: sono visibili in alto a destra nella pagina di ricerca e sono costituiti da immagini e prezzo. Diversamente dagli annunci di testo, l’attivazione non dipende dalla parola chiave scelta ma dalla corrispondenza tra ricerca e titolo del prodotto: in questo contesto, risultano fondamentali le informazioni contenute nelle schede prodotto e inviate al Google Merchant Center.

A tal proposito risulta interessante il Digital Marketing Report di Merkle, agenzia statunitense specializzata in customer experience, secondo cui gli annunci di Google Shopping attirano il 60% di tutti i clic per la pubblicità a pagamento di Google.

 

Quando conviene Google Shopping?

Come tutti gli strumenti di marketing digitale, Google Shopping permette di ottenere i risultati migliori quando viene usto con consapevolezza e inserito nel contesto di una strategia di web marketing organica e dettagliata. In questo scenario, Google Shopping può garantire i seguenti vantaggi.

  • Gli annunci Shopping sono più facili da implementare e da gestire, anche con grandi quantità di prodotti.
  • È possibile mostrare una maggiore quantità di prodotti con maggiore facilità.
  • Grazie alla presenza di immagini e testo, gli annunci Shopping risultano più efficaci nel catturare l’attenzione del pubblico.
  • Rispetto agli annunci di testo, il CPC (Costo Per Click) è spesso inferiore, risultando in campagna di annunci più economiche.

 

Vuoi usare Google Shopping per il tuo ecommerce?

Contattaci e capiamo come farlo nel modo migliore! 

info@webprojectgroup.it

049 5461111 

Pubblicato il: Aprile,2022 / Categorie: E-commerce News / tag = , /