Perché creare un profilo LinkedIn per aziende e come funziona? Si è a lungo parlato dell’importanza strategica che ha la presenza sui social delle piccole, medie e grandi imprese. Impossibile pensare ad una piattaforma migliore di LinkedIn visto che questo social è nato per il mondo del lavoro e dei lavoratori ed è divenuto un ottimo canale per:

  • veicolare contenuti professionali legati al proprio brand
  • implementare la brand awarness
  • promuovere prodotti e servizi ad un target ben preciso

Qualora dovessero servire ulteriori informazioni per decidere se aprire un profilo aziendale è bene sapere che recenti studi hanno evidenziato come:

  • circa il 75% dei buyer usano i social media per reperire informazioni sui loro nuovi potenziali fornitori
  • sempre più esperti del settore controllano, non solo su Google, ma anche sui social, la buona reputazione del brand prima di stringere qualsiasi tipo di accordi
  • il 60% delle decisioni viene presa senza parlare con il diretto interessato, ma basandosi sulle informazioni raccolte e la reputazione che il brand si è fatto online.

Oltre a questo proprio su LinkedIn vi è la possibilità di trovare più facilmente forza lavoro qualificata dialogando direttamente con chi si propone per la posizione lavorativa e controllandone le skill.

Per finire si possono coinvolgere i propri dipendenti e farli sentire parte attiva dell’azienda andando così a rinsaldare lo spirito aziendale in ciascuno di loro.

Come aprire un profilo business su LinkedIn?

Detto ciò come si apre un profilo aziendale su LinkedIn?

Occorre premettere che il social offre la possibilità di aprire due tipo di profili. Quello personale e quello aziendale. Creare quest’ultimo è semplice ed immediato.

La compilazione dei vari campi richiesti dal social avviene, passo dopo passo, in poche e semplici mosse. Si passa così dalla foto profilo, alla foto di copertina, dalle informazioni di contatto alla descrizione senza batter ciglio. Attenzione, però, a non sottovalutare l’importanza strategica dei dati inseriti.

La pagina aziendale deve descrivere la propria attività e la propria storia cercando di evidenziarne i punti di forza e i valori che si vogliono veicolare. Si tratta di una vera e propria vetrina e la comunicazione deve essere: chiara ed efficace, ma soprattutto coerente.

Il consiglio è quello di non aprire subito un profilo social senza prima aver meditato a lungo su cosa scrivere e come farlo. Meglio ragionare sull’identità del proprio brand, sui contenuti da veicolare e sulle strategie da mettere in campo. Per non commettere errori è necessario definire prima un programma editoriale e poi dare il via alla presenza del proprio brand su LinkedIn

L’account di un’azienda deve, oltretutto, essere ottimizzata per i motori di ricerca e aggiornato costantemente con contenuti ad hoc per aumentare il ranking e mantenere vivo l’interesse degli utenti.

LinkedIn per aziende: cosa fare dopo?

Dopo aver aperto un profilo aziendale occorre mantenerlo vivo e aggiornato. Come?

  1. Pubblicando contenuti di valore che non si basino solo sulla propria attività, ma che riguardino anche altri aspetti sempre però attinenti all’ambito lavorativo
  2. Incoraggiando dipendenti e collaboratori a connettersi con la pagina
  3. Includendo immagini e video anche da altre piattaforme
  4. Partecipando ai gruppi di maggior interesse
  5. Rispondendo ai commenti o ai messaggi privati
  6. Utilizzando gli Ads e gli altri strumenti messi a disposizione dalla piattaforma

In merito a quest’ultimo punto c’è sicuramente uno strumento molto importante che serve a controllare anche se le strategie messe in campo stanno avendo l’effetto desiderato. Si tratta di LinkedIn Analytics. Questo tool mostra, ad esempio, quali post hanno ottenuto più engagement e in quali orari. Si tratta di informazioni importantissime su cui basare le strategie future che permetteranno alla pagina di crescere e creare sempre più contatti e guadagni.

Leggi anche >> SEO per Linkedin, tutti i consigli per essere trovati sui social media

5 vantaggi derivanti dall’utilizzo di LinkedIn per aziende

Una volta completato correttamente il proprio profilo aziendale su LinkedIn e redatto un ottimo piano editoriale per la programmazione dei contenuti da pubblicare successivamente, quali sono i vantaggi reali per il business?

Un buon profilo aziendale permette di:

  1. Aumentare la visibilità online e migliorare la propria reputazione
  2. Portare utenti qualificati sul proprio sito o blog
  3. Creare un network professionale importante per lo scambio di informazioni utili al proprio business, ma anche di forza lavoro qualificata
  4. Implementare le vendite di beni o servizi
  5. Allargare il proprio bacino di utenza trovando nuovi clienti, ma anche stringere i rapporti con quelli attuali mostrando loro sempre più affidabilità, professionalità e serietà.
Pubblicato il: Agosto 18th, 2021 / Categorie: Social Media / tag = /