I professionisti del marketing sanitario si trovano spesso ad affrontare cambiamenti nel mondo delle comunicazioni, che sono oggigiorno più frenetici che mai. Anche il mondo della sanità, infatti, deve continuamente rivoluzionare i suoi metodi di comunicazione e rivisitare le proprie tecniche di marketing in base all’evoluzione dei tempi. Proprio i tempi che cambiano hanno portato a tre importanti rivoluzioni, che hanno fatto sì che nulla sia più come prima nel mondo del marketing medico.

Le 3 rivoluzioni del marketing sanitario nel 2020

  1. Crescita della telemedicina: l’industria della telemedicina è cresciuta esponenzialmente negli ultimi dieci anni. La telemedicina nel 2019 valeva circa 45 milioni di dollari e si prevede che salirà a oltre 175 miliardi di dollari entro il 2026, poiché sempre più strutture sanitarie adottano i metodi virtuali per offrire prestazioni ai pazienti. A metà marzo quasi l’ 80% degli ospedali negli Stati Uniti offriva una qualche forma di servizio di telemedicina.
  2. Esperienza del paziente: l’esperienza del paziente sta diventando sempre più importante. Un sondaggio di PwC ha rilevato che le esperienze positive hanno un’influenza sempre maggiore sulle decisioni di acquisto di prodotti sanitari da parte dei consumatori rispetto ad altri settori. In effetti, secondo Harvard Business Review, esperienze positive degli utenti recensite possono aiutare ad aumentare la fedeltà dei pazienti. Le recensioni sono diventate sempre di più un’arma vincente per uno studio di marketing sanitario.
  3. Intelligenza artificiale: la Becker’s Hospital Review riporta che il mercato sanitario dell’IA degli Stati Uniti dovrebbe valere circa 6,6 miliardi di dollari entro il 2021. I campi principali di impiego dell’IA nell’healthcare marketing sono:
  • Analisi predittiva. In particolare dopo la pandemia globale del Coronavirus, si è intensificato l’utilizzo dell’intelligenza artificiale nell’analisi predittiva per le esigenze mediche. I dati vengono acquisiti e utilizzati per valutare l’esigenza di nuove sedi, centri prelievi o strutture.
  • Tecnologia di riconoscimento vocale. Viene utilizzata per migliorare l’esperienza utente del paziente con sondaggi e sperimentazioni cliniche.
  • Chatbot. In questi anni si è sempre più intensificato l’utilizzo di chatbot, tramite i quali sarà possibile comunicare in tempo reale con i pazienti da casa, prendere appuntamenti e quindi migliorare l’esperienza e la fidelizzazione del cliente.

Le conseguenze per il marketing medico

Queste tre grandi rivoluzioni dell’ultimo periodo hanno portato ad una serie importanti di novità. In particolare sono cambiate le priorità che permettono di avvantaggiarsi con un buon marketing sanitario:

  • Una base di pazienti soddisfatti e decisi a proseguire il rapporto di collaborazione.
  • Una reputazione online ottimale.
  • Eccellente presenza sul web e sui social media.

Oggi più che mai due cose sono essenziali per un buon marketing sanitario: la presenza online e le recensioni online, che si configurano essenziali per ogni professionista del settore. L’87% delle persone, infatti, almeno una volta nella vita ha effettuato una ricerca online per trovare un professionista della salute. Sono le recensioni, la presenza sul web e la pronta risposta, però, gli elementi che fanno realmente la differenza. Per questo abbiamo dato vita ad un pacchetto per il marketing sanitario, fatto su misura per ginecologi, osteopati, fisioterapisti e cliniche che ricercano un servizio a 360° per ottenere nuovi clienti tramite il web.

Scoprilo su >> Pacchetto Marketing Sanitario