Per le aziende italiane il lockdown è finito, ma secondo le statistiche E-Commerce 2020 sono moltissimi i settori che, anche online, hanno subito un duro colpo nei lunghi mesi di chiusura. Nei nostri contenuti si è parlato molto dello sviluppo del commercio sul web e dell’impatto subito dai diversi settori commerciali. Per questa ragione, a posteriori, una ricerca di Ecommerce Hub ci fornisce un quadro interessante relativo all’andamento degli e-commerce nel periodo relativo a Marzo e Aprile 2020 nel Bel Paese.

Statistiche E-Commerce lockdown 2020

La statistica di Ecommerce Hub ha riportato l’analisi fatta basandosi su un pubblico campione di 156 imprenditori, appartenenti a diversi settori commerciali e aventi un e-commerce online. Ai soggetti intervistati tra il 6 e il 14 aprile 2020 è stato sottoposto un questionario relativo alle vendite online durante la fase centrale del lockdown. All’indagine hanno preso parte soprattutto i settori:

  • Alimentare (23,1%)
  • Moda (21,8%)
  • Casa e arredamento (15,4%)

I volumi di vendita relativi alle statistiche E-Commerce in Italia durante il lockdown 2020 hanno subito una variazione notevole, come purtroppo ci si aspettava. Il 38,5% delle persone a cui è stata chiesta la percentuale di variazione delle vendite ha dichiarato di aver vissuto un calo del 40%. Nel medesimo periodo, invece, il 34,4% degli intervistati ha avuto un aumento delle vendite tra il 10% ed il 40%, mentre un 3,8% di venditori non ha visto variazioni nelle vendite online. Il totale degli intervistati che ha avuto un andamento positivo dell’e-commerce è quindi del 38,2%.

statistiche e-commerce lockdown 2020

Da quali zone dell’Italia sono stati effettuati più ordini online?

Riguardo le statistiche E-Commerce relative l’andamento geografico degli ordini online durante la fase del lockdown 2020, la ricerca ci fornisce un interessantissimo dato. Gli intervistati hanno dichiarato che:

  • il 52,6% degli acquisti era proveniente dal nord Italia,
  • il 28,2% degli acquisti dal sud Italia e dalle isole,
  • mentre il 19,2% degli ordini provenivano dal centro Italia.

Spese pubblicitarie post lockdown 2020, quali sono le prospettive?

Un dato infine significativo riguarda le spese pubblicitarie affrontate dai merchant per far fronte alla crisi. Durante l’intervista relativa alle statistiche E-Commerce, è stata posta una domanda riguardo l’intenzione di effettuare investimenti pubblicitari per risollevarsi post-lockdown: il 57,7% del totale di intervistati ha dichiarato di voler eseguire investimenti pubblicitari. In particolare:

  • il 29,5% ha deciso inoltre di aumentare i propri investimenti in pubblicità.
  • solo il 23,1% dei commercianti ha dichiarato di voler sospendere la spesa relativa alla pubblicità.

Il settore del commercio online tramite le piattaforme e-commerce ha preso sempre più piede nel corso del lockdown, facendo registrare a tutti i siti web un aumento notevole del traffico e spesso portando gli e-commerce ad aumentare le conversioni. Secondo molti, il commercio online avrebbe subito in questi mesi una spinta decisiva, che non porterà più a retrocedere in futuro. L’inizio di una nuova era? Sembrerebbe proprio di sì.

Noi di Web Project Group siamo in pista già da parecchi anni nella creazione di E-Commerce in Italia e anche all’estero. Perciò se anche tu vuoi iniziare a presentare il tuo prodotto online non esitare a contattarci. Possiamo darti un servizio professionale di web marketing su diversi fronti.

Contattaci per una consulenza gratuita sui servizi di Creazione E-Commerce o Gestione Pagine Social Media.