SEO e Grafica hanno un punto di incontro? Ebbene sì, anche le immagini possono essere ottimizzate per i motori di ricerca! Un sito web si compone di immagini, testo e link. Tutti elementi rilevanti per la SEO del tuo sito web, ma non sempre le immagini vengono ottimizzate per la ricerca. Per questo motivo abbiamo deciso di svelarti tutti i trucchi per ottenere il massimo dalla grafica del tuo sito web, rendendola un utile supporto (e non un ostacolo) per la tua SEO.

Rendi le tue immagini leggere per la SEO

Le immagini possono appesantire il tuo sito web e renderlo decisamente lento. Per questo motivo la prima importante norma SEO per ottimizzare le immagini è quello di ridurne le dimensioni. Nel ridurre le dimensioni delle immagini del tuo sito web cerca però di non trascurare la qualità! Sarà importantissimo per la User Experience avere immagini accattivanti e di qualità sul tuo sito, a patto che non lo appesantiscano!

Per ridurre le dimensioni dell’immagine dovrai lavorare sulla dimensione dei pixel e la risoluzione. Una risoluzione di 72 pixel è consigliabile, potrete effettuare questa operazione con i più comuni programmi di grafica come Photoshop o The Gimp.

Fai SEO fin dal principio

Scegli un nome per il tuo file immagine che sia parlante, ovvero che contenga la keywords di riferimento della pagina oppure una correlata. Dovrai organizzare tutti i tag image nel tuo sito web, dando alle tue immagini un nome che contenga le giuste parole chiave.

Nella struttura SEO di un sito web, infatti, vanno prese in considerazione sia le parti testuali, che le immagini. Il consiglio è quello di costruire una mappa concettuale delle tue immagini, dando a ciascuna la giusta keyword. Attenzione, non utilizzare la stessa keyword come tag image per due immagini sulla stessa pagina. Piuttosto utilizza le parole chiave correlate per le immagini secondarie.

Una giornata da spider

Gli spider di Google vedranno la tua immagine in modo decisamente diverso da come la vedranno i tuoi utenti. I bot, infatti, non hanno la capacità di leggere le immagini. Perciò, come vedono le immagini gli spider? WordPress ci permette di modificare tre campi molto utili per la lettura dell’immagine:

  • il tag ALT
  • l’attributo TITLE del tag IMG
  • il testo attorno all’immagine.

Il tag Alt è sicuramente un contenuto fondamentale da inserire in ogni immagine del tuo sito, perché può essere letta da Googlebot. La didascalia è utile all’utente, ma anche alla SEO, perché i testi che corredano le immagini sono lette dagli Spider, oltre che dall’utente, così come il tag title, che comparirà muovendo il cursore sull’immagine.

I tag Exif per la SEO delle tue immagini

Matt Cutts, quando era ancora portavoce di Google, ha spiegato l’importanza dei tag EXIF per la SEO di un sito web. I dati EXIF costituiscono, infatti, un fattore di ranking. L’acronimo sta per Exchangeable image file format e rappresenta una serie di metadati usati nelle fotocamere digitali che sono applicati ai file in formato JPEG e TIFF. Si tratta di una serie di informazioni come:

  • metadati di data e ora;
  • metadati sulla fotocamera (obiettivo, marca etc…);
  • impostazioni dello scatto (tempo esposizione, ISO…);
  • miniatura della foto;
  • copyright.

Anche dati come questi sono rilevanti agli occhi di Google, per questo GTmetrix suggerisce di eliminarli ove presenti.

La SEO prende vita dalle novità

Ogni volta che dai vita a qualcosa di nuovo nel web, con un reale valore per l’utente, stai facendo un buon lavoro di SEO! Questo vale sia per testi che per immagini: l’ottimizzazione è preziosa, ma se il contenuto è anche nuovo per il mondo del web sei “a cavallo”!

Se stai cercando un servizio di SEO a Padova per l’ottimizzazione del tuo sito web contattaci! Possiamo offrirti una consulenza SEO a 360° in tutto il Veneto e non solo. Sviluppiamo SEO a Padova per aziende di tutta Italia, con particolare attenzione alla local SEO.

Contattaci, la Consulenza è Gratuita!