Google non demorde e riparte con il nuovo social media Keen dopo il tentativo fallito con Google +. Questa volta la nuova piattaforma di interazione social si chiama Keen, un nome che è tutto un programma! La parola Keen infatti significa appassionato, ma anche acuto. Google Keen è infatti un’app basata sull’apprendimento automatico, che promuove i contenuti pertinenti agli interessi degli utenti grazie all’intelligenza artificiale.

Google Keen, il nuovo social media di Mr. G competitor di Pinterest

“Connect you favourite things” è lo slogan che troviamo sulla home page di Keen, che si propone come obiettivo quello di diventare un social in cui condividere interessi con le persone a noi care. Il gigante di confronto è Pinterest: Keen, disponibile su pc e Android, è infatti una piattaforma in cui le immagini sono decisive. “Su Keen sei tu a decidere con cosa occupare il tuo tempo” racconta il cofondatore Cj Adams “Realizzi un ‘keen’, che può riguardare qualsiasi argomento: fare il pane in casa, osservare gli uccelli o cercare un font. Keen ti permette di occuparti dei contenuti che ami, condividere le tue collezioni con gli altri e trovare nuovi spunti in base a ciò che hai salvato”.

Nella sezione Explore del nuovo social media è possibile trovare e aggiungere contenuti tramite Google Search. I vari utenti di Keen possono scegliere se salvare i tuoi contenuti tra le Gems, oppure ri-postarli se di loro interesse.

Differenze fra Keen e Pinterest

Le principali differenze con Pinterest riguardano la possibilità di creare e gestire una propria bacheca con i pin salvati. Keen infatti si basa sull’intelligenza artificiale e punta sull’expertise. Adams spiega che per la realizzazione del social media “abbiamo lavorato in stretta collaborazione con un team di Google chiamato People and AI Research (PAIR), dedicato ai sistemi di apprendimento automatico incentrati sull’uomo”. Una volta impostato un Keen per un determinato argomento o interesse, Google utilizzerà i suoi algoritmi di ricerca avanzata per trovare contenuti simili a quelli che hai aggiunto, evidenziando altri cose che potresti voler includere nel tuo Keen. Google Keen consiglia proattivamente i contenuti agli utenti: Keen si distingue da Pinterest poiché utilizza la Ricerca Google e l’apprendimento automatico per aiutare a far emergere i contenuti correlati agli interessi degli utenti.

Come è nato Google Keen?

Keen è il nuovo social media nato nell’area 120 di Google, un’area in cui lavorano piccoli team su grandi progetti. Google stesso ha raccontato in un post l’avvio del progetto, nato dall’idea di una coppia, marito e moglie: “Che cosa stiamo facendo? chiese mia moglie una sera mentre entrambi alzavamo lo sguardo dai nostri telefoni. Abbiamo passato in rassegna feed di post, immagini e notizie per ore e ore, riempiendo senza pensarci i vuoti tra lavoro e sonno. Questa è la nostra unica e preziosa vita, mi disse. Quella frase, parafrasata da una poesia di Mary Oliver, divenne una scorciatoia per noi per dedicare più tempo a ciò che amavamo.” Questa coppia appassionata ha dato così vita ad un nuovo social pro-attivo, che si differenzia dalla passività di Google (su cui serve porre una domanda per ottenere informazioni).

Vuoi una gestione Social Media fatta con cura e passione?

Google Keen non è ancora sbarcato in Italia, ma la nostra Web Agency è già pronta a seguire la futura comunicazione delle aziende anche su questo neo-nato del mondo online. Nel frattempo continuiamo con la passione di sempre ad occuparci della gestione di Instagram, Facebook, LinkedIn, Pinterest e Google My Business per aziende e privati. Come lo facciamo?

>> Approfondisci il nostro lavoro nella pagina dedicata alla gestione Social Media Marketing della nostra agenzia.