Come scegliere i social network per le aziende? Questa domanda ci viene spesso fatta da parte di molti nostri clienti che si trovano al primo approccio con il business sui canali social media. Non esistono migliori social per aziende universali, ma esiste sicuramente uno o più canali social che sono migliori per il tuo tipo di azienda. In questo articolo cerchiamo di capire quali social network scegliere per le diverse aziende.

Quali sono i migliori social network per aziende?

Come abbiamo già accennato non esistono social network migliori in assoluto per le aziende, ma esistono i social network giusti per la tua fetta di mercato. Gestire un canale social media per il business non è una questione semplice o immediata, come lo può essere la gestione del proprio profilo social privato. Perciò, dal momento che è richiesta una grande mole di tempo e lavoro, è necessario decidere con cura, preliminarmente, dove concentrare le proprie energie e i propri investimenti.

La scelta migliore per una strategia social media marketing aziendale è concentrarsi su un numero contenuto di canali. I social media sono canali virtuali all’interno dei quali è possibile non solo fare branding e quindi far conoscere il proprio marchio, ma anche generare lead, cioè contatti utili per dare vita a conversioni. Per questo motivo i nuovi media sono un ottimo canale per trovare clienti che cercano il tuo servizio o il tuo prodotto. Ogni canale online però è più o meno adatto a specifici prodotti o servizi, per questo in base al tuo settore ti consigliamo di optare per l’uno o l’altro dei canali disponibili nel maremagnum del web.

Dimmi che social network scegli per la tua azienda e ti dirò cosa fai!

Come decidere correttamente quali social network usare per le aziende? Iniziamo a vedere uno ad uno i diversi canali a disposizione e quale business può adattarsi alle tue esigenze.

Facebook

Si tratta del social media ideale per aziende che vendono prodotti e servizi nel mercato B2C. Questo per due motivi fondamentali:

  • Facebook è un ottimo strumento per la profilazione dei target per interessi extra-lavorativi;
  • su questo social l’attenzione tende ad andare su argomenti e temi che non riguardano il lavoro, perciò l’utente è propenso ad acquistare prodotti di uso quotidiano come vestiti, cosmetici, accessori o servizi.

Instagram

Instagram è un social media dove il potere dell’immagine è altissimo. Si tratta di un canale focalizzato su fugacità e vista, per questo motivo è perfetto per il marketing legato agli acquisti d’impulso. Potremmo paragonare Facebook ad un centro commerciale, dove si osserva attentamente il prodotto e si sa di poter ritornare, Instagram ad un mercato estemporaneo. L’utente tende a cliccare su pubblicità, post visti tramite hashtag o stories estemporanee, che in seguito potrebbe non ritrovare più.

Per questa ragione e per la forte componente dell’immagine, Instagram è il luogo ideale dove proporre:

  • prodotti legati alla cura del corpo
  • prodotti legati al settore casa-arredo
  • prodotti legati al settore ristorativo

LinkedIn

LinkedIn è il social network per aziende nel settore B2B. Qui il tono di voce cambia completamente rispetto agli altri canali. Si tratta di una piattaforma in cui gli utenti sono predisposti a parlare di lavoro e quindi è possibile intavolare argomentazioni più tecniche relative al proprio prodotto.

Se la tua azienda si rivolge al mercato B2B e/o si occupa di prodotti o servizi molto tecnici, LinkedIn è il canale corretto. Qui l’attenzione rivolta alle tematiche aziendali è maggiore, perciò avrete spazio per esporre le caratteristiche tecniche del vostro prodotto. Allo stesso tempo, tramite le giuste strategie potrete mettervi in contatto con altre aziende e potenziali clienti presenti in questa enorme piattaforma.

Pinterest

Pinterest è il social media perfetto per le aziende che si occupano di arredamento, design e decorazioni. In questo canale, infatti, c’è una forte componente di immagine nella comunicazione, ma a differenza di Instagram, Pinterest è meno estemporaneo. Se Instagram nasce per la condivisione di un momento che è vissuto in quell’istante, Pinterest nasce per coltivare interessi e passioni. Si tratta di un social media per chi ha hobby e interessi particolari, che vengono sviluppati tramite immagini e suggerimenti di immagini correlate.

Grazie alle bacheche le vostre foto vengono incluse tematicamente e mostrate all’utente, ma mentre in Instagram si tratta di immagini fugaci, Pinterest si basa sull’alta qualità di immagini che restino e stupiscano

Google My Business

Google My Business dovrebbe essere sempre attivo in ogni azienda. Si tratta di uno strumento Google che ci permette di ampliare la presenza aziendale sul motore di ricerca indicando a chiunque cerchi la tua attività su Google indirizzo, sito web, orario, immagini etc…

TikTok

TikTok è la nuova e giovanissima piattaforma social network perfetta per chi desideri conquistare la Generazione Z, ma non solo. TikTok sta invecchiando, infatti, e inizia ad avere fra i suoi affezionati moltissimi over 30. Per questo motivo consigliamo l’approccio aziendale a questo social media in particolare nei settori legati agli under 40, con particolare riferimento ai più giovani, ma senza dimenticare anche i giovani adulti.

Come usare i social network per le aziende?

Hai capito quali social network scegliere per le aziende, ma ora ti stai chiedendo come usarli? Abbiamo creato un apposito approfondimento che ti spiegherà come usare i social network per le aziende.

Se però ti stai domandando ma dove lo trovo il tempo per una gestione dei social media professionale? Scrivici a info@webprojectgroup.it! Siamo esperti del settore: da anni realizziamo siti web e gestiamo i social media di importanti aziende in tutta Italia. Potrai avere una consulenza gratuita con i nostri esperti per pensare ad una strategia di social media marketing efficace.