I social media sono parte della quotidianità di ciascuno di noi, ma vi è mai successo di chiedervi quando e come sono nati i social media? Si tratta di un fenomeno che ha letteralmente dato uno scossone al mondo intero. Dopo un primo stravolgimento con la nascita del web 1.0, il web 2.0 ha dato vita all’interazione fra pubblico e mondo del web: social network, blog, podcast e infine social media.

L’anno Zero dei social: quando sono nati i Social Media?

Siamo nel 1997 quando sia concettualmente che praticamente prende vita il primo social media. Non è semplice definire quando e come sono nati i social media, ma sicuramente sul come sono possibili molte considerazioni. La nascita dei social media si impone come un’urgenza, una naturale evoluzione del web 1.0 in cui la maggior parte degli utenti si rapportava passivamente ad Internet, leggendo e cercando informazioni. Proprio il desiderio di dare voce al popolo del web porta, nel 1994, alla nascita delle chat room, con l’introduzione di The Place, ma fu il 1997 a portare alla luce il primo social media propriamente detto.

SixDefrees.com, lanciato dalla MacroView Communications, fu il primo sito web ad avere la configurazione dei moderni social media. Sixdegrees si fonda su una teoria, quella dei 6 gradi di separazione, studiata nel 1967 da Stanley Milgram, psicologo di Harvard. Secondo questa teoria tutti gli uomini sulla terra sono connessi tra loro attraverso una catena di conoscenze con non più di 5 intermediari. Perciò, due sconosciuti, possono sempre trovare una connessione entro 5 persone di loro conoscenza. A giugno del 1998 il sito aveva già 675mila iscritti con una crescita di 3mila nuovi utenti al giorno. Le funzionalità di base erano le stesse di Facebook: postare sulla propria bacheca, richiedere amicizie e accettarle. Dobbiamo aspettare l’inizio del nuovo millennio però per trovare un’autentica esplosione dei social.

Social Media verso il Web 3.0…

Nel 2002 nasce Friendster, con un grande successo iniziale, ma con alcune problematiche di funzionamento, che portarono al successo di MySpace, nato nel 2003. Nello stesso anno abbiamo il lancio di LinkedIn, mentre l’anno successivo nasce Facebook. L’era dei social media è ufficialmente iniziata ed è destinata a crescere esponenzialmente di anno in anno, ma cosa comporterà nel futuro più o meno prossimo? Cambiamenti radicali, al punto che nel 2020 la vita senza questi nuovi media sembra davvero impensabile. Internet è diventato il luogo della comunicazione orizzontale, dove è possibile per ognuno esprimere un pensiero o condividere una conoscenza, ma l’evoluzione ancora non si è conclusa.

L’era del web 3.0 sta incominciando a passi da gigante, come dimostrato dalla nascita di nuovi social media come Keen basati sull’intelligenza artificiale. Cosa ci aspetta in questi tumultuosi anni ’20? L’inizio del decennio non è stato dei migliori, ma ha indubbiamente portato ad un’accelerazione nel mondo social senza precedenti. Nel periodo del lockdown il 44% delle persone in tutto il mondo ha trascorso più tempo sui canali social. Un dato che ha avuto già conseguenze significative: la crisi del 2008 ha portato all’esplosione del business online, cosa si sta verificando con il nuovo mondo post Covid-19? Uno sguardo sulle statistiche E-Commerce delle aziende in Italia ci fornisce una chiara panoramica: il futuro del commercio sono i mari del web.

Se anche tu stai pensando di affidarti ad un’agenzia preparata per la creazione del tuo e-commerce o la gestione dei tuoi social media, contattaci! Per noi sarà un piacere fare una chiacchierata con te per parlare del tuo brand e dell’aiuto che possiamo darti nella tua presenza online.