2020-2022: un biennio difficile da dimenticare nel mondo economico e digitale, perché ha rivoluzionato per sempre il modo di intendere il concetto di vendita. Ciò che in questi due anni è avvenuto è stata la “corsa agli armamenti” per quanto riguarda la digitalizzazione, subito dopo lo scoppio della pandemia.

La digitalizzazione di massa ha portato alla ridefinizione del concetto di vendita digitale, accantonando le tradizionali tecniche di vendita a freddo a favore di processi di vendita adattati alla realtà digitale.

Cos’è la vendita digitale? E perché può rivoluzionare un business?

Con il termine vendita digitale si indicano i metodi di vendita attraverso canali virtuali come le piattaforme social media e i motori di ricerca. Come accennato sopra, infatti, oggi la vendita è più che mai digitale.

Secondo il rapporto della Ecommerce Foundation, il 72% degli europei acquista online. Il Regno Unito conta il maggior numero di acquirenti online con l’87%. Seguono Germania (83%) e Italia (76%). Dati come questi ci portano a capire che l’acquirente è ormai acquirente digitale e di conseguenza la vendita è vendita digitale a tutti gli effetti. Quali le differenze fra la vendita online e quella offline? Molte cose e allo stesso tempo nessuna cosa:

  • La vendita, anche digitale, dovrà essere accompagnata da una strategia, un percorso da far fare all’utente per trasformarlo in cliente affezionato. In questo senso si può dire che la vendita digitale non differisca dalla vendita classica.
  • Allo stesso tempo però la vendita digitale si muove nel mondo online e di conseguenza risponde a strumenti, logiche, vocabolari e dinamiche totalmente differenti.

Di conseguenza sarà fondamentale unire queste due consapevolezze al fine di dare luogo ad una vendita digitale effettiva, che comprenda il comportamento del cliente e utilizzi strumenti di vendita strategici.

3 passaggi fondamentali per la tua vendita digitale

Intavolare una vendita digitale efficace comporta uno studio del cliente e una serie di passaggi e percorsi da fare prima, dopo e durante la vendita. Se ben il 67% del percorso di un acquirente si svolge online, è necessario che le aziende si evolvano di conseguenza. Per avere successo nel mercato odierno, le aziende devono creare un processo di vendita in linea con le esigenze dei consumatori online. Infatti, la chiave per sviluppare una strategia di vendita digitale best-in-class non implica solo avere una presenza online, ma un marchio digitale a tutto tondo che si connette con i consumatori in target con più di un canale digitale.

1. Prepara il Buyer-Funnel dei tuoi clienti

Se la vendita tradizionale è lineare e senza distrazioni, la vendita digitale è frammentata. È frammentata perché continuamente interrotta da altri stimoli e ripresa – basti pensare a quante volte durante un acquisto facciamo zapping fra diverse piattaforme online. A tal proposito vi abbiamo già parlato del funnel marketing, una strategia ad imbuto utilizzata per analizzare e gestire il percorso fatto dal cliente dal primo contatto con un brand all’acquisto finale. Sarà essenziale porre la massima attenzione sul sales-funnel degli utenti cercando di comprendere quali siano i passaggi compiuti per il passaggio da utente a cliente. Ci sono strumenti come Draw.io Smartdraw , utili per creare un diagramma della Buyer’s Journey e in grado di darci una rappresentazione visiva del percorso.

2. Sfrutta la live chat per attirare nuovi lead

Fra i canali digitali maggiormente proficui in termini di lead troviamo le live chat, infatti, la chat dal vivo è la scelta di servizio numero uno per gli acquirenti tra i 18 e i 49 anni. Il motivo è presto detto: le conversazioni live vengono solitamente avviate dall’utente che si trova sul tuo sito web ed è interessato, il che lo qualifica subito come lead. A questo punto chi si occuperà dell’assistenza clienti assumerà un ruolo di agente di pre-vendita, avendo la possibilità di sfruttare il primo contatto con il lead.

3. Utilizza un lead traker per il tuo sito web

I lead tracker del sito web sono degli strumenti molto interessanti di vendita digitale specialmente nell’ambito B2B. Sarà sufficiente implementare il tracker sul proprio sito web: il tracker identifica le aziende che visitano il tuo sito web abbinando l’indirizzo IP con il loro vasto database.

Se ad esempio vedi che addetti di una grande impresa hanno visitato il tuo sito web, potrai prendere tu le redini della situazione e contattare direttamente i responsabili dell’azienda.

Due ottimi tool per questa attività sono Leadfeeder Lead Forensics . Tutti e due trasformano visitatori anonimi in lead qualificati, dandoti un elenco delle aziende che hanno visitato il tuo sito web.

Conclusioni

In questo articolo vi abbiamo parlato di tre strumenti essenziali per la vendita digitale e soprattutto vi abbiamo raccontato tutte le sfaccettature che differenziano la vendita digitale da quella offline. Se anche tu vuoi iniziare ad avere una strategia di vendita digitale strutturata con KPI prefissati e ROI e ROAS interessanti contatta la Web Project Group!

Siamo un’agenzia strategica digitale in grado di aiutare aziende B2B e B2C a compiere in modo corretto il salto nel mondo digitale.

Ecco i nostri riferimenti: info@webprojectgroup.it / 049 546 1111

Pubblicato il: Dicembre,2021 / Categorie: News Marketing / tag = /