Google si è superato, da motore di ricerca è evoluto in motore di risposta, diventando al contempo il browser più utilizzato al mondo con una quota di mercato globale dell’87%.

Non sai qualcosa? Cercalo su Google! Questa è la risposta più comune oggigiorno, ma siamo sicuri che sia sempre l’unica fonte dei risultati migliori?

Oggi vi presentiamo 13 motori di ricerca alternativi a Google, ognuno con le proprie caratteristiche e peculiarità!

1. Yandex

motore di ricerca

Yandex viene utilizzato dal 45% degli utenti internet Russi, ma è molto diffuso anche in Bielorussia, Kazakistan, Turchia e Ucraina.

Yandex è un motore di ricerca semplice da usare. Come plus aggiuntivo, offre una suite di diversi strumenti piuttosto interessanti.

2. CC Search

CC Search è uno strumento che consente a tutti di scoprire e utilizzare opere con licenza aperta e di pubblico dominio. Perfetta per trovare immagini e musiche prive di copywright.

3. Swisscows

Swisscows è unico nel suo genere in questo elenco: si autodefinisce un motore di ricerca semantico adatto alle famiglie.

Il motore di ricerca è anche orgoglioso di rispettare la privacy degli utenti, senza mai raccogliere, archiviare o tracciare i dati.

Lanciato nel 2014 dalla Hulbee AG, un’azienda di Egnach, Svizzera, Swisscows promette di rispondere alle tue domande con sorprendente precisione in quanto utilizza l’intelligenza artificiale per determinare il contesto della query di un utente.

4. DuckDuckGo

motori di ricerca

DuckDuckGo non raccoglie né memorizza nessuna delle tue informazioni personali. DuckDuckGo è la scelta giusta per te se desideri mantenere private le tue abitudini di navigazione e le tue informazioni personali.

5. StartPage

StartPage offre ricerche ricavate da Google, ma a differenza del colosso di Mountain View, non tiene traccia della cronologia delle ricerche. Ideale per chi desidera mantenere la propria privacy anche durante la navigazione.

6. Search Encrypt

motore di ricerca

Search Encrypt è un motore di ricerca che utilizza la crittografia per garantire che le tue ricerche rimangano private. Oltretutto le query dopo la ricerca scadranno, quindi le tue informazioni rimarranno private anche se qualcuno dovesse aver accesso al tuo computer.

7. Gibiru

Gibiru si definisce come “il motore di ricerca preferito dai patrioti”.

Poiché Gibiru non installa cookie di tracciamento sul tuo computer, essi dichiarano di essere più veloci dei “motori di ricerca NSA”.

8. OneSearch

motore di ricerca

Verizon Media ha dato vita ad un motore di ricerca incentrato sulla privacy, OneSearch, nel gennaio 2020.

Le caratteristiche principali sono: nessun cookie di tracciamento, retargeting o profilazione personale, nessuna condivisione di dati personali con gli inserzionisti, nessuna memorizzazione della cronologia delle ricerche dell’utente e termini di ricerca crittografati.

9. Wiki.com

motori di ricerca

Il motore di ricerca Wiki.com è il browser ideale per coloro che cercano frequentemente le informazioni fornite dalla comunità che si trovano su siti come Wikipedia.

10. Boardreader

Se sei interessato a trovare un forum o una bacheca su un argomento specifico, Boardreader dovrebbe essere il primo posto a cui ti rivolgi. Si tratta di un motore di ricerca che cerca le informazioni principalmente sui forum online!

11. giveWater

motore ricerca

GiveWater si auto descrive come un “motore di ricerca a impatto sociale” che mira ad avere un impatto positivo sul mondo consentendo agli utenti di aiutare nella risoluzione del problema della scarsità di acqua nel mondo in via di sviluppo. Come specifica il sito web “GiveWater distribuisce i nostri profitti da annunci ai nostri partner di beneficenza. Gli enti di beneficenza con cui lavoriamo utilizzano ciò  per aiutare a portare acqua pulita e soluzioni igieniche adeguate ai destinatari.”

12. Ekoru

Ekoru sta affrontando la minaccia sempre presente del cambiamento climatico donando il 60% delle sue entrate mensili a uno dei numerosi enti di beneficenza partner.

Oltretutto si impegnano mensilmente a segnalare una causa di beneficenza diversa.

13. Ecosia

Ecosia utilizza i ricavi generati dalle query dei motori di ricerca per piantare alberi. Tipicamente Ecosia necessita di circa 45 ricerche per piantare un nuovo albero nel mondo. Un programma rivoluzionario che si propone di salvare il pianeta a colpi di verde!

Published On: Gennaio 22nd, 2021 / Categories: Webmaster News / Tags: /