Ci siamo, il tuo grande momento è arrivato: finalmente hai deciso di dare vita al tuo brand! Tutto è pronto per la partenza, ma come fare a dare vita da zero ad una brand identity? In questo articolo cercheremo di fare chiarezza su cosa sia la brand identity e soprattutto su come renderla concreta per la propria azienda.

Cos’è la brand identity? Definizione ed esempi

La brand identity o identità di marca è un concetto appartenente al mondo del marketing secondo il quale l’identità di un brand deve essere definita e chiara affinché il target di riferimento riesca a riconoscere il brand in modo estremamente semplice. Nella storia sono presenti moltissimi marchi che hanno costruito una solida brand identity, basti pensare ad alcuni esempi come Apple, riconoscibile già solo dal design prima ancora che dal marchio, oppure Coca-Cola, storico brand riconoscibile fin dall’associazione dei colori rosso e marrone scuro. La brand identity deriva dalla percezione che il consumatore ha del brand e da ciò che di esso riconosce a colpo d’occhio.

Ora che hai capito cosa sia la brand identity ti starai chiedendo in che modo sia possibile crearla: “Coerenza e impatto”, ci dice Faith Hope Consolo, responsabile del Gruppo Retail di Douglas Elliman. “Tutti i punti di contatto con il cliente devono ricondurre all’identità del brand, con lo stesso logo, gli stessi font, lo stesso aspetto e lo stesso stile, sia nel marketing che nei negozi. Il messaggio è incisivo quando è unitario”. Altrimenti, “In assenza di un sistema coerente, l’identità del marchio si perde nella miriade di punti di contatto della comunicazione”, come afferma Amy Lanzi, Managing Director dell’agenzia di retail marketing TPN.

Come creare una brand identity da zero

Per dare vita alla brand identity di un’attività commerciale è importante definire i seguenti punti:

  • Nome
  • Filosofia del brand
  • Logo
  • Tono di voce

L’insieme di questi punti darà la brand image, ovvero l’immagine che il consumatore avrà del vostro brand e di conseguenza darà vita alla vostra brand identity.

1.      Nome

Il primo punto fondamentale è trovare il nome corretto per la vostra attività commerciale. Per citare Marty Neumeier “il nome giusto può essere la risorsa più preziosa di un brand, favorendone la differenziazione e velocizzandone l’accettazione. Il nome sbagliato può costare milioni… in soluzioni alternative e mancato guadagno nel corso della vita del marchio”.

Scegliete un nome breve e semplice da ricordare, siate originali e non limitatevi a prendere spunto dalla concorrenza. Solo in questo modo potrete trovare un nome per il vostro brand che dia vita ad un’effettiva brand identity. Pensate ad assonanze, allitterazioni e ripetizioni, che permettono di memorizzare più semplicemente il nome del brand (Es. Coca-Cola; Think Pink).

Una volta trovato il nome del brand dovrete anche sincerarvi che il dominio sia libero, avere un nome dominio personalizzato per il vostro brand è essenziale e importante. Perciò verificate la possibilità di utilizzare quel dominio sia con l’estensione .it che .com.

2.      Filosofia del Brand

Per stabilire una brand philosophy è necessario effettuare un’analisi del proprio buyer persona. Le buyer personas sono clienti ipotetici che ti permetteranno di definire il tuo target di riferimento.

Approfondisci con la nostra guida>> Come individuare i Buyer Personas

Una volta individuati i buyers personas e quindi il tuo target di riferimento potrai formulare la tua filosofia del brand facendo molta attenzione a scegliere una brand philosophy che ti rappresenti e nella quale realmente si identifichi il tuo brand. Il tutto con un occhio di riguardo agli interessi e alle attitudini del tuo pubblico di riferimento.

3.      Logo

Anche la creazione di un logo fa parte della realizzazione della brand identity! Per questo ti suggeriamo di porre molta attenzione ad alcuni aspetti come font, colori e significato. In primis dovrai tener conto del fatto che ogni colore trasmette determinate emozioni e non solo. Il colore che sceglierai per il tuo logo dovrà essere ripreso all’interno del tuo sito web, sui tuoi biglietti da visita etc. Perciò capirai che la scelta del colore del logo dovrà essere fatta con estrema cura. In secondo luogo anche il font sarà importante, infatti ogni stile di scrittura trasmette differenti sensazioni. I font fra cui potrai scegliere saranno serif, sans serif, script e font display.

Approfondisci l’argomento con l’articolo>> Come creare un logo

4.      Tono di voce

Le aziende, nel 2021, hanno l’obbligo di comunicare, pena l’estinzione. Comunicare però significa colpire, convincere, emozionare ed è per questo che le parole andranno calibrate con molta attenzione. La miglior cosa da fare è prendersi del tempo per scegliere con cura il proprio tone of voice aziendale. Potremmo definire il tono di voce come uno stile, un modo di posi con i propri lettori. Il tono di voce viene trasmesso principalmente nelle comunicazioni social media e all’interno dei testi del proprio sito web. La scelta migliore è quella di scegliere un tone of voice adatto ai propri buyer personas! Ad esempio, se ci si rivolge ad un pubblico di bambini si sceglierà un tono di voce rassicurante e giocoso.

Conclusione: la brand identity

Come fare quindi a costruire una brand identity da zero? La risposta è che servono lunghe giornate di studio al fine di individuarne nome, logo, filosofia e tono di voce! Una volta create queste componenti della vostra brand image dovrete riuscire a far rimanere impressa la vostra immagine al cliente, in modo che prenda vita quell’identificazione fra un colore, un suono, un sapore e il vostro brand.

Ti serve un aiuto per creare la tua brand identity? La Web Project Group è qui per questo! Contattaci a info@webprojectgroup.it, la prima consulenza è gratuita e senza impegno.

Pubblicato il: Agosto 26th, 2021 / Categorie: News Marketing / tag = , /